Il giorno del ricordo

Nella emozione del momento affiorano talvolta le errate attribuzioni a personalità celebri, che dall’alto della nuova dimensione non potranno che sorriderne, di opere che non hanno composto loro. Per ultimo è capitato a Ennio Morricone, scambiato per Nino Rota da Loredana Bertè nel rendere omaggio all’autore della colonna sonora del Padrino. Era capitato a Luis Sepulveda, indicato da un noto telegiornale come l’autore di Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez, l’indimenticabile Gabo colombiano, gettando subito dopo nello sconforto il precipitoso giornalista che tuttavia meritava un briciolo di comprensione anziché le velenose frecciate di molti suoi colleghi. In questi giorni di campagna elettorale negli Stati Uniti si incrociano battute di ogni tipo, ma si ricorda ancora l’autorevole saluto agli italiani convenuti in ambasciata che stentarono ad accorgersi che lo sconosciuto Gary Bould solennemente esaltato dall’oratore era in realtà l’eroe dei due mondi Giuseppe Garibaldi.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Ennio Morricone

Dal quotidiano La certezza di martedì 7 luglio 2020

Articoli correlati