Lavorare stanca

Si chiama Emma il manichino dell’impiegato risultante da una ricerca condotta dal futurista comportamentale William Higham: obeso, schiena ricurva, gambe gonfie, occhi rossi, pelle giallastra. Questa immagine potrebbe divenire reale se entro i prossimi venti anni non si correggessero abitudini errate: risulta che si trascorrono sei ore al giorno seduti dinanzi alle scrivanie e che in nove casi su dieci l’ambiente di lavoro provoca una cattiva salute. Se non proprio astronomica, è comunque salata la contravvenzione elevata a Torino da una pattuglia dei vigili urbani nei confronti di un giovane in monopattino elettrico: mille euro per guida senza targa, patente e assicurazione. A Verona è ugualmente guerra all’uso incontrollato dello stesso mezzo di trasporto: in due giorni ne sono stati sequestrati trentasei per sosta selvaggia su marciapiedi, ingressi pedonali e fermate degli autobus. Oltre alle spese di rimozione, ciascun proprietario viene multato con quarantadue euro.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Emma impiegata del futuro

Dal quotidiano La certezza di martedì 29 ottobre 2019

Articoli correlati