Sanzioni americane

Gli Stati Uniti avviano una campagna di pressione politica ed economica contro la Siria, come spiega il segretario di stato Mike Pompeo: prevediamo di intervenire contro individui e imprese che sostengono Bashar al-Assad e ostacolano una soluzione pacifica e politica come richiesto dal consiglio di sicurezza dell’Onu; non ci fermeremo fino a quando non metteranno fine a una guerra inutile e brutale contro il popolo siriano; per la prima volta è stata sanzionata Asma al-Assad, che con il sostegno del marito e della famiglia Akhras è diventata una delle più note speculatrici del conflitto. La risposta di Damasco non si fa attendere: il comportamento americano s’è abbassato ai livelli di gang e banditi; gli Usa, che danno la caccia ai cittadini nelle strade e uccidono persone a sangue freddo, sono gli ultimi a poter parlare di diritti umani. Da Aleppo l’arcivescovo maronita Joseph Tobji parla di un atto diabolico e criminale per sovvertire il regime alimentando il malcontento della gente.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Asma al-Assad

Dal quotidiano La certezza di giovedì 18 giugno 2020

Articoli correlati