Segnali positivi

Una indagine sull’antisemitismo in Europa, Canada, Sudafrica, Argentina e Brasile su commissione dell’organizzazione ebraica internazionale Antidefamation league (Adl) rivela che nel vecchio continente una persona su quattro nutre forti attitudini negative soprattutto nell’area centrorientale. La tendenza è in forte aumento in Polonia, Ungheria, Ucraina e Russia; invece scende in modo significativo in Italia e in Austria. Tra questi due paesi è in atto una pacificazione e normalizzazione che li rende ormai buoni amici: per domani è previsto l’incontro a Merano tra i presidenti Sergio Mattarella e Alexander van der Bellen. In passato il governatore Arno Kompatscher aveva elogiato l’autonomia altoatesina definendo Bolzano una piccola Europa in Europa. Segnali positivi vengono da Francoforte, dove la presidente della Bce Christine Lagarde si dichiara ottimista citando san Francesco: inizia facendo ciò che è necessario, quindi fai ciò che è possibile e all’improvviso stai facendo l’impossibile.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Christine Lagarde

Dal quotidiano La certezza di venerdì 22 novembre 2019

Articoli correlati