Un sonetto dedicato alla donna

 

 

 

 

Bella ! …

 

Bella che in fronte porti scritto amore

e chi te vede resta innammorato

de quer visetto tuo, cusì aggrazziato,

de quela bocca che me pare un fiore;

 

Co’ ‘na guardata levi ‘gni dolore,

co’ ‘n bacio tuo fai ‘n omo affortunato,

si trovi un giovenotto appassionato

co’ ‘na parola j’arillegri er core.

 

L’angeli su dar celo fanno a gara

pe’ mannatte un saluto, un comprimento

e  pe’ lodà la tu’ bellezza rara

 

E l’ommini, vedenno er tu’ sprennore,

te manneno li baci a cento, a cento,

bella che in fronte porti scritto amore!

 

Alfredo Cerroni

(tratto da FORNARINA, Giornale per gl’innamorati, anno I, n. 2, domenica 16 novembre 1902)

Articoli correlati