Leone d’oro dedicato al popolo filippino

11 settembre 2016, 03 : 17 Stampa

Leone d’oro dedicato al popolo filippino

Leone d’oro per il miglior film: Ang Babaeng Humayo (The Woman Who Left) di Lav Diaz; leone d’argento – gran premio della giuria: Nocturnal Animals di Tom Ford; leone d’argento per la miglior regia (ex aequo): Paradise di Andrej Končalovskij e La región salvaje di Amat Escalante; coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Emma Stone per La La Land di Damien Chazelle; coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Oscar Martínez de El Ciudadano Ilustre; migliore sceneggiatura: Jackie di Pablo Larraín, sceneggiatura di Noah Oppenheim; premio speciale della giuria: The Bad Batch di Ana Lily Amirpour; premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente: Paula Beer per Frantz di François Ozon. SEZIONE ORIZZONTI. Miglior film: Liberami di Federica Di Giacomo; miglior regia: Home di Fien Troch; premio speciale: Koca Dünya (Big Big World) di Reha Erdem; migliore interpretazione femminile: Ruth Díaz per Tarde para la ira di Raúl Arévalo; migliore interpretazione maschile: Nuno Lopes per São Jorge di Marco Martins; migliore sceneggiatura: Ku Qian (Bitter Money) di Wang Bing; miglior cortometraggio: La voz perdida di Marcelo Martinessi; leone del futuro – Venezia opera prima Luigi De Laurentiis: Akher Wahed Fina (The Last of Us) di Ala Eddine Slim. SEZIONE VENEZIA CLASSICI. Miglior documentario sul cinema: Le concours di Claire Simon; miglior restauro: Break up – L’uomo dei cinque palloni di Marco Ferreri.

Nella foto: Lav Diaz con Sonia Bergamasco

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Cultura & Spettacolo ,

Articoli correlati

Discussione chiusa