Acque agitate

Venezia in ginocchio per una tempesta di vento e pioggia che il sindaco Luigi Brugaro, nel mobilitare tutti per gestire l’emergenza, definisce più che eccezionale: la marea raggiunge a Punta della Salute il picco di 183 centimetri, mentre viene sommersa piazza San Marco, dove circolano solo imbarcazioni delle strutture di protezione civile. L’Agenzia internazionale per l’energia lancia un nuovo allarme: gli attuali piani dei governi porteranno a implicazioni climatiche catastrofiche per il pianeta; per essere in linea con i target di Parigi occorrono enormi sforzi riducendo le emissioni nocive molto più di quanto oggi non accada. Acque agitate anche in politica: la spinosa vicenda dell’Ilva, sulla quale Giuseppe Conte interviene di persona recandosi a Taranto, rischia di intaccare profondamente la credibilità non solo del premier ma dell’intero esecutivo. La posta in gioco non si limita al settore siderurgico e più in generale si estende all’interesse delle imprese a investire in Italia.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: piazza San Marco allagata

Dal quotidiano La certezza di mercoledì 13 novembre 2019

Articoli correlati