Permesso negato a un innocuo ottantenne

28 dicembre 2013, 16 : 17 Stampa

Permesso negato a un innocuo ottantenne

Dopo i casi del serial killer Bartolomeo Gagliano e del pluriomicida Pietro Esposito, evasi e tornati a delinquere approfittando di permessi premio, il giudice di sorveglianza Laura Alessandrelli nega a un quasi ottantenne in detenzione domiciliare l’autorizzazione ad allontanarsi da casa con i familiari durante le feste natalizie. Il dottor G.M., che sconta un residuo di pena inferiore ai tre anni per reati compiuti nell’esercizio della professione di commercialista, non ha ancora potuto usufruire di una udienza per decidere sul suo affidamento in prova ai servizi sociali. A nulla è valso il richiamo al decreto legge in vigore dalla vigilia di Natale né agli accorati appelli del capo dello stato che, almeno in questo caso, sono caduti nel vuoto.

Nella foto di Yves Bamberger: il tribunale di sorveglianza di Roma.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Attualità & Politica , , , , , , , , , , ,

Articoli correlati

Discussione chiusa