Zero esistenze

Neanche il tempo di archiviare le varie marce negazioniste ed ecco dalla Rai la sorprendente esternazione di Alberto Zangrillo, medico e direttore delle unità di anestesia e rianimazione generale e cardio-toraco-vascolare al San Raffaele di Milano: sentivamo epidemiologi temere per fine mese o inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare; mi viene veramente da ridere: in realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. La sicurezza dell’ospite della trasmissione di Lucia Annunziata appare assoluta: ci metto la firma; i tamponi eseguiti negli ultimi dieci giorni hanno una carica virale, dal punto di vista quantitativo, assolutamente infinitesimale rispetto a quelli eseguiti uno o due mesi fa; terrorizzare il paese è qualcosa di cui qualcuno si deve prendere la responsabilità. Ma il ministro della salute Roberto Speranza, nella stessa trasmissione, avverte che il rischio zero non esiste e ci sarà ancora bisogno di comportamenti corretti.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: Alberto Zangrillo

Dal quotidiano La certezza di lunedì 1° giugno 2020

Articoli correlati