Lampade per tutti

Sui ghiacciai alpini, nella altoatesina Val Senales, Olafur Eliasson sistema una sua installazione per descriverne l’agonia causata dal cambiamento climatico. L’opera, a tremila metri di quota, si articola in un tratto di sentiero lungo poco più di quattrocento metri, con nove porte distanziate a intervalli misurati in ragione della durata delle ere glaciali; al termine del percorso si apre un padiglione che è formato da grandi anelli di acciaio e vetro. L’artista, nato in Danimarca da famiglia islandese, ha studiato all’accademia reale delle arti di Copenaghen; ma la sua notorietà è legata alla fondazione insieme con Frederik Ottesen di Little Suns, una organizzazione progettata per aiutare il miliardo di persone che nel mondo hanno scarso accesso alla elettricità regolare; il meccanismo economico è semplice: vendere ad alto costo lampade a pannelli solari nei luoghi largamente dotati di energia e investire il ricavato per vendere le lampade a basso costo nei paesi in via di sviluppo.

Lillo S. Bruccoleri             

Nella foto: Frederik Ottesen

Dal quotidiano La certezza di martedì 13 ottobre 2020

Articoli correlati