La legge del pallone

Nel mondo del calcio si discute sulla ripresa dei campionati, a cui si oppongono otto squadre della massima serie: Parma, Spal, Brescia, Torino, Sampdoria, Udinese, Bologna e Fiorentina. Nessuna di queste si trova in condizione di aspirare allo scudetto, mentre le più accreditate società avrebbero interesse a concludere le gare per aggiudicarsi almeno un posto nelle competizioni europee con i conseguenti benefici sportivi ed economici. In senso favorevole si esprime però alla unanimità il consiglio di lega della serie A, che in un comunicato manifesta l’intenzione di portare a termine la corrente stagione, qualora il governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza. Si precisa, a parte il taglio agli stipendi, che nella cosiddetta fase due questo avverrà in ossequio alle indicazioni di Fifa e Uefa e alle determinazioni della Figc, nonché in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori.

Lillo S. Bruccoleri

Nella foto: la sede della Federcalcio

Dal quotidiano La certezza di martedì 21 aprile 2020

Articoli correlati