Sole coperto a Roma

Quasi al culmine l’eclissi di sole oscurato dal passaggio della luna. Mostriamo una immagine colta a Roma nell’«attimo fuggente» di un fenomeno che si ripeterà tra cinque anni. Nel nostro paese è soltanto parziale, mentre nel Nord Europa si «farà notte a mezzogiorno» proprio come cantava Archiloco nel celebre frammento poetico di duemilasettecento anni fa.

Non c’è più cosa inopinata né impossibile né incredibile, poiché il padre olimpico pose notte a mezzogiorno nascondendo i rutili raggi del sole. Dopo di ciò l’uomo può credere tutto e tutto attendere. Né vi sarà più alcuno di voi che si meraviglierà se le fiere scambieranno i pascoli con i delfini marittimi e a quelle saranno più cari gli scogli e i flutti e a questi le selve e i grebbani. (Eclissi del 6 aprile 648 a.C.)

Articoli correlati