Lucera verdiana il primo maggio

26 aprile 2016, 00 : 35 Stampa

Lucera verdiana il primo maggio

La musica è un potente strumento di comunicazione che trascende e annulla le differenze di razza, religione, etnia o nazionalità. La musica jazz, in modo particolare, ha dimostrato di essere un formidabile strumento di dialogo interculturale, di unificazione e di coesistenza pacifica. Per questi motivi l’Unesco ha deciso di dedicarle ogni anno una giornata internazionale da celebrare in tutto il mondo. Nell’ambito di questa ricorrenza internazionale, il club per l’Unesco di Lucera, presieduto dall’architetto Carmine Altobelli, con il patrocinio e la collaborazione della città d’arte di Lucera (Foggia), organizza una serata a ingresso libero interamente dedicata alla musica jazz con la partecipazione di cinque musicisti di eccezione impegnati in un progetto unico: Verdi’s mood.

Il progetto, ideato dalla talentuosa vocalist del jazz italiano Cinzia Tedesco, «ambasciatrice di pace» dell’omonimo centro internazionale di Assisi, è da molti ritenuto la più importante novità musicale del panorama jazzistico italiano. Dedicato a Giuseppe Verdi, è un  «pure jazz», ma al contempo è un omaggio reale, profondamente popolare, al Verdi più autentico e mai realizzato sino ad oggi in questa chiave da una vocalist.  L’unicità risiede negli arrangiamenti del maestro Stefano Sabatini al pianoforte, nel modo raffinato in cui Cinzia Tedesco canta Verdi riuscendo magicamente a conferirgli un inedito e sorprendente jazzy mood, nel groove creato per ciascun brano dal batterista Pietro Iodice, sostenuto dal suono coinvolgente e riconoscibile di Luca Pirozzi al contrabasso e dalla forza interpretativa e nel suono coinvolgente di Giovanna Famulari al violoncello.

Diverse le arie verdiane in scaletta, brani noti in tutto il mondo, tra cui La donna è mobile (dal Rigoletto), Mercé dilette amiche (dai Vespri siciliani), Addio del passato (dalla Traviata), Tacea la notte (dal Trovatore), Va’, pensiero (dal Nabucco). La conferma della valenza artistica e culturale di Verdi’s Mood (il cui cd è distribuito dalla Sony Music) è data dal patrocinio accordato dal ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Un doveroso ringraziamento viene rivolto dagli organizzatori  alla Mgf comunicazione e immagine per le realizzazioni grafiche, nonché agli sponsor: Ceramiche De Matteis, Immobiliare Gagliardi di Dario Gagliardi, Impresa di costruzione Maiori Costruzioni di Mario Maiori, Termoidraulica di Nicola Maiori, Fontanella ufficio computers software di Michele Fontanella, Video Sound di Raffaele Patella e Suoni in Luce di Silvano Finizio.

Giornata internazionale del jazz 2016. Verdi’s Mood. Domenica 1° maggio, ore 19,30.  Teatro comunale Giuseppe Garibaldi, 71036 Lucera (Foggia). Ingresso libero. Info: www.clubunescolucera.it

Nella foto: di Cinzia Tedesco

PROFILO DI CINZIA TEDESCO

Pugliese di nascita, collabora con jazzisti di calibro internazionale quali Carl Anderson e Shawnn Montero e con i più noti jazzisti italiani. Definita da Repubblica «una delle voci più interessanti del panorama jazzistico italiano», è chiamata per cantare per l’ex presidente americano Bill Clinton e lavora in teatro con grandi attori del calibro di Piera degli Esposti, con il plauso della stampa nazionale. Interprete «eccezionale ed applauditissima»  (Messaggero Veneto), lavora su RaiUno con Pippo Baudo; viene intervistata su Rainews 24, su RaiUno Tv7 e Telenorba; partecipa a trasmissioni radiofoniche come Start, In diretta da via Asiago e Gianvarietà  (Radio Uno Rai), Ottovolante (Radio Due Rai) e Battiti (Radio Tre Rai). Si esibisce alla inaugurazione del teatro Rossetti in uno spettacolo con Giannini, Placido e Proietti. Canta, tra i tanti, al festival di Spoleto, al teatro Sistina, il Piccolo di Milano, al Duse di Bologna, al festival di Ravello, al Calvì jazz festival in Corsica, alla Jazz Keller in Germania e all’auditorium Parco della musica di Roma.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Cultura & Spettacolo , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Articoli correlati

Discussione chiusa